Cos’è uno smart ring: l’anello intelligente che monitora la salute

Tecnologia e salute a braccetto, non è la prima volta che accade ed è sempre una buona notizia. Ecco che cos’è uno smart ring, come funziona e perché può contribuire al benessere delle persone.

Che cos’è uno smart ring

Nonostante in Italia non si siano ancora presentati con forza, in molte parti del mondo sono diventati di uso comune per la loro efficacia e semplicità. Uno smart ring è un anello che può monitorare una serie di parametri vitali e che riesce a raccogliere diversi dati, e tutto ciò è particolarmente utile sia per la salute che per chi svolge attività fisica.

Già con l’avvento degli smart watch avevamo assistito a un vero e proprio boom di acquisti, anche per via della loro multifunzionalità, ora però il mercato rischia di avere un altro prodotto in grado di monopolizzare la scena.

Un fit tracker che mescola le sue potenzialità allo stile, che non è assolutamente invadente o scomodo e che può essere indossato senza problemi nel corso delle attività quotidiane. Insomma, un chiaro esempio di come la tecnologia, quando si mette a disposizione della salute, riesca spesso a fare centro.

A cosa servono gli smart ring

Gli smart ring hanno una batteria che può durare anche quattro giorni consecutivi, e questo perché possono essere indossati anche 24 ore su 24 per tenere sempre monitorata la propria situazione di salute.

Questi dispositivi sono in grado di misurare la frequenza cardiaca, il suo modo di variare, la temperatura cutanea e anche i livelli di ossigeno nel sangue. Non solo, un’altra funzionalità particolarmente interessante è legata alle ore notturne, infatti, alcuni modelli riconoscono la qualità e la durata del sonno.

Gli smart ring sono quasi sempre impermeabili, proprio perché possono essere utilizzati in tutte le attività quotidiane, e sono particolarmente efficienti. In tempo reale, attraverso lo smartphone, sono in grado di dare un quadro completo sulla propria condizione di salute, contribuendo al miglioramento delle prestazioni sportive e anche prevenendo eventuali problematiche.

Come funzionano

Prendendo un modello ben noto, ovvero l’Oura Ring nato in Finlandia, andiamo a vedere un esempio di funzionamento di uno smart ring. Questo anello ha ben 15 sensori ed è in grado di dare in tempo reale il quadro sul benessere di chi lo indossa.

Per farlo basta collegarlo a un’app, facilmente scaricabile su smartphone, e metterlo al dito. Da quel momento saprà dare risultati su tutte le funzionalità scritte in precedenza ma non solo, anche prevedendo il giorno d’inizio del ciclo mestruale. Inoltre, è dotato di contapassi, calcola le calorie bruciate e molto altro ancora.

Se l’Oura Ring è famoso per monitorare lo stato di benessere, il Go2sleep Ring lo è per il monitoraggio del sonno. Riesce a fornire dati importanti come frequenza cardiaca, livello di ossigeno e qualità del riposo ma non solo, è dotato di un sistema di allarme che sveglia chi lo indossa solamente nella fase leggera di sonno.

Ne esistono di vario tipo ma il comune denominatore è l’utilità, gli smart ring rappresentano sicuramente un futuro in cui la tecnologia può andare al servizio della persona in modo poco evidente e invasivo.

Leggi anche: IA nel 2024: 5 tendenze che i lavoratori devono conoscere

Leggi anche...
Le Fonti – TV Tech
Le Fonti Awards
TOP 50 Libro d’Oro 2023 2024
I più recenti
Cos’è lo Sconnessi Day e come rimanere un giorno senza internet
Bitcoin: il nuovo re dei mercati globali
Guidare con Vision Pro? Apple ci lavora: il punto
Il declino della qualità dei risultati di ricerca Google: un’analisi approfondita

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti l’ambito tecnologico.