Samsung presenta il suo modello d’intelligenza artificiale: ecco come funziona

Samsung sfida OpenAI e propone il suo nuovo modello d'intelligenza artificiale. Ecco le sue funzionalità e quando arriva.
samsung-intelligenza-artificiale

Continua la corsa all’intelligenza artificiale, questa volta è Samsung a presentare il proprio modello di intelligenza creativa ed è pronto a sfidare OpenAI. Ecco le sue funzionalità e quando arriva.

Samsung lancia il proprio modello d’intelligenza artificiale

Samsung, uno dei colossi del settore tecnologico nonché uno tra i più famosi, ha deciso di entrare nella competizione per il dominio dell’intelligenza artificiale sfidando OpenAI. Durante il Samsung AI Forum 2023, l’azienda coreana ha presentato Samsung Gauss, un modello di intelligenza creativa composto da tre strumenti distinti: Language, Code e Image.

Gli appassionati dell’argomento ormai sanno che tutti i big del settore si stanno lanciando in questa corsa, ma Samsung effettivamente mancava all’appello. L’intelligenza artificiale fa gola a molti, i colossi della tecnologia ne capiscono profondamente le potenzialità, soprattutto in termini economici, e sanno che per mantenere la loro posizione non possono rimanere indietro.

Samsung Gauss, le sue funzionalità

Il primo componente di Samsung Gauss è il Language, un modello linguistico di grandi dimensioni (Llm) in grado di comprendere il linguaggio umano e rispondere alle domande degli utenti. Questo strumento è molto simile a ChatGPT di OpenAI e l’obiettivo di Samsung sarebbe quello di integrare il suo Llm all’interno dei propri dispositivi come telefoni, laptop e tablet.

La seconda funzionalità di Samsung Gauss è Code, ed è rivolto agli sviluppatori di codice. Questo strumento offre un’interfaccia interattiva per supportare gli sviluppatori nella scrittura e nel debug del codice. Questa funzionalità potrebbe semplificare il processo di sviluppo del software e migliorare l’efficienza degli sviluppatori.

Il terzo componente di Samsung Gauss è Image, il quale consente agli utenti di generare immagini tramite comandi semplici o di modificarle, ad esempio, aumentandone la risoluzione. Questa funzionalità può essere particolarmente utile per gli utenti che lavorano con immagini o che desiderano apportare modifiche rapide alle foto.

Lo smartphone del futuro

La decisione di Samsung di gettarsi sull’intelligenza artificiale farà sicuramente sorridere gli appassionati, ma anche coloro i quali non vedono l’ora di scoprire come saranno gli smartphone del futuro. A dire la verità, potrebbe non servire ancora molto tempo per togliersi la curiosità.

Attualmente, Samsung ha reso disponibile Samsung Gauss esclusivamente al proprio personale, ma ha annunciato la possibilità di fornire questo prodotto ai clienti nel prossimo futuro. Alcuni media coreani ipotizzano che il Galaxy S24, il prossimo dispositivo di punta dell’azienda, potrebbe essere dotato di Samsung Gauss. Questa mossa strategica potrebbe consentire a Samsung di differenziarsi dalla concorrenza e diventare una delle aziende pioniere in ambito AI.

Inoltre, il Samsung Research Global AI Center ha anche istituito un AI Red Team, con l’obiettivo di monitorare le questioni di sicurezza e privacy relative alla raccolta dei dati e allo sviluppo dell’intelligenza artificiale. Questo dimostra l’impegno di Samsung per garantire un utilizzo sicuro e responsabile dell’intelligenza artificiale.

Insomma, ancora poco tempo e anche Samsung doterà i propri smartphone di funzionalità AI, un altro deciso passo in avanti verso il futuro della tecnologia.

Leggi anche: Facebook e Instagram a pagamento: ecco da quando

Leggi anche...
I più recenti
Cybersecurity: Metrika Tech acquisisce Aspisec
Trustpilot introduce nuove funzionalità basate sull’AI 
Google I/O 2024: ecco tutte le novità annunciate all’evento
OpenAI annuncia GPT-4o, nuovo modello di IA per gli utenti di ChatGPT

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti l’ambito tecnologico.