Regali di Natale cercasi, ecco come usare i chatbot per trovare idee

Alla ricerca di nuove idee? Per i regali di Natale arrivano in soccorso i chatbot. Ecco quali utilizzare e le prospettive.
chatbot-regali-di-natale

Arriva il Natale e come sempre è caccia ai regali perfetti. I chatbot possono rivelarsi uno strumento utile in questo senso? Ecco quali piattaforme si possono utilizzare e se funzionano veramente.

Regali di Natale e consigli dei chatbot

Il periodo natalizio è da sempre caratterizzato dalla ricerca dei regali perfetti per le persone care, ma a volte mancano le idee. Dunque, che cosa fare? Ecco che l’intelligenza artificiale può diventare una valida alleata, pronta a raccogliere le informazioni sul destinatario e a elargire perle di saggezza.

Non sempre, però, è in grado di dare risposte soddisfacenti, soprattutto quando si cerca qualcosa di molto particolare. Riesce però sempre a fornire una lista di idee da prendere in considerazione, mettendo ordine tra la moltitudine di cose che si possono regalare.

Quali chatbot provare per trovare idee

Diversi chatbot alimentati dall’intelligenza artificiale sono diventati strumenti utili per ottenere suggerimenti personalizzati, anche nel caso dei regali di Natale. Microsoft Copilot, dotato del nuovo framework Gemini, e ChatGPT, sviluppato da OpenAI, sono tra i protagonisti.

Tuttavia, si deve anche sottolineare che il ChatGPT gratuito potrebbe non essere la scelta ideale per questa funzione, poiché non è connesso a Internet e non può fornire suggerimenti aggiornati in tempo reale.

Altri player come Google, Etsy, Shopify e persino Amazon stanno esplorando l’integrazione di chatbot nelle loro piattaforme di shopping, e nel prossimo futuro sembra poterci essere un deciso cambio di marcia.

Trovare la soluzione perfetta sarà sempre più semplice, anche se c’è chi preferirà non fare uso dell’IA propendendo per un regalo che sia solamente farina del proprio sacco.

Funzionano davvero?

Tra i vari chatbot testati per trovare i giusti regali di Natale, la sperimentazione su Microsoft Copilot e Bard ha mostrato risultati diversi. Entrambi i chatbot hanno offerto suggerimenti generici ma Copilot si è dimostrato più mirato, fornendo informazioni dettagliate su prodotti specifici e offrendo una panoramica delle recensioni da varie fonti. Tuttavia, la personalizzazione dei suggerimenti dev’essere ancora migliorata.

Il futuro, chatbot integrati nelle piattaforme di shopping

L’evoluzione del processo di acquisto grazie agli assistenti virtuali sembra essere appena iniziata. Grandi piattaforme come Shopify hanno già integrato chatbot alimentati da IA, rendendo l’esperienza di shopping più interattiva e personalizzata.

La possibilità di chiedere consigli su regali specifici, confrontare prodotti e ricevere recensioni sintetizzate promette di semplificare ulteriormente il processo di selezione dei regali. Tutto questo senza contare che gli utenti avranno a disposizione un assistente virtuale 24 ore su 24 per gestire ogni problematica.

Forse la magia di ricevere un regalo che derivi direttamente dalla testa di chi lo fa verrà meno, ma a qualcuno questo potrebbe anche non interessare. Per quanto riguarda il tempo, invece, il risparmio sarà garantito, dato che i chatbot ridurranno il ventaglio di opzioni selezionando quelle più adatte alla specifica persona.

Leggi anche: Intelligenza artificiale, cosa ci si aspetta dal 2024

Leggi anche...
I più recenti
samara cohen supporta ethereum

Svolta significativa: Samara Epstein Cohen di BlackRock supporta Ethereum

Cybersecurity direttiva nis2 italia

Cybersecurity, approvazione preliminare del Decreto Legislativo per la Direttiva Nis2

Scalable Capital e Trade Republic due piattaforme di trading a confronto

Scalable Capital e Trade Republic: due piattaforme di trading a confronto

alfabetizzazione digitale italia

Alfabetizzazione digitale, male l’Italia: ecco dove si posiziona in Europa

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti l’ambito tecnologico.