Apple implementerà i propri processori nei server per potenziare l’AI in cloud

Bloomberg ha diffuso un rumor che potrebbe scatenare molta attenzione: sembra che Apple stia considerando l’integrazione di ChatGPT in iOS 18. Ma oltre a questa notizia, Mark Gurman di Bloomberg ha rivelato ulteriori piani interessanti riguardanti l’intelligenza artificiale di Apple.

Secondo quanto riportato, Apple ha in mente di potenziare la propria intelligenza artificiale in cloud sfruttando i suoi processori della serie Apple Silicon. Si prevede che i server cloud utilizzeranno i processori M2 Ultra per gestire complesse query AI, mentre le operazioni più semplici verranno eseguite localmente sui dispositivi.

Questo non è il primo accenno a una simile strategia. In passato, il Wall Street Journal aveva suggerito che Apple stesse sviluppando chip dedicati per i suoi data center, garantendo così la sicurezza e la privacy degli utenti. Tuttavia, sembra che dopo un’attenta analisi, l’azienda abbia deciso di affidarsi ai suoi attuali processori, tra cui il recentemente annunciato M4, ritenuti adeguatamente sicuri per questo scopo.

Inizialmente, si prevede che gli M2 Ultra saranno implementati nei data center di Apple, per poi essere estesi ai server di terze parti. Non è ancora chiaro se l’annuncio ufficiale verrà fatto durante il prossimo WWDC o in un secondo momento.

Leggi anche...
I più recenti
Cybersecurity: Metrika Tech acquisisce Aspisec
Trustpilot introduce nuove funzionalità basate sull’AI 
Google I/O 2024: ecco tutte le novità annunciate all’evento
OpenAI annuncia GPT-4o, nuovo modello di IA per gli utenti di ChatGPT

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti l’ambito tecnologico.